Categorie
FAScinA 2020_Le sperimentali: tra cinema, videoarte e nuovi media

Marie Menken

a cura di Anita Trivelli Marie Menken (già Menkevicius) nacque il 25 maggio del 1909 a New York da genitori emigrati dalla Lituania, e morì nella stessa città il 29 dicembre del 1970. Nel 1937 sposò il poeta, docente e cineasta Willard Maas, e con lui fondò la cooperativa cinematografica Gryphon Group – attiva tra […]

Categorie
FAScinA 2020_Le sperimentali: tra cinema, videoarte e nuovi media

Cindy Sherman e Orlan

a cura di Sara Tongiani Cindy Sherman  Statunitense, nata alla fine degli anni Cinquanta, Cindy Sherman si occupa da sempre dei codici sociali, visivi e culturali che contribuiscono alla costituzione dell’identità, scomponendoli e ricomponendoli attraverso la fotografia e l’arte. Tra le artiste più significative della Pictures Generation, Sherman si distingue per la capacità di ri-montare […]

Categorie
FAScinA 2020_Le sperimentali: tra cinema, videoarte e nuovi media

Nancy Holt

a cura di Federica Stevanin Nancy Louise Holt nasce il 5 aprile 1938 a Worcester in Massachusetts per poi, tre anni dopo, trasferirsi giovanissima con la famiglia nel New Jersey. Nel 1956 Holt inizia a frequentare la Tufts University a Boston, affiancando ben presto il suo interesse per la biologia a quello per l’arte: frequenti […]

Categorie
FAScinA 2020_Le sperimentali: tra cinema, videoarte e nuovi media

Lina Mangiacapre

a cura di Lucia Di Girolamo Carmela – Lina – Mangiacapre nasce a Napoli nella notte dell’Epifania del 1946. Sembra quasi che quest’artista totale (regista, drammaturga, pittrice, poetessa, performer e altro) abbia calcolato di venire al mondo al confine di un giorno pervaso da un duplice significato: riconoscimento del divino e celebrazione di una donna, […]

Categorie
FAScinA 2020_Le sperimentali: tra cinema, videoarte e nuovi media

Risemantizzare lo sguardo. Appunti per un’antropologia visiva femminista: l’archivio vivo Lunàdigas

di Marina Brancato Abstract: L’antropologia visiva femminista è un campo disciplinare ancora poco esplorato in Italia che ha come oggetto – ma non solo –  l’analisi (visuale) della costruzione sociale dei generi e dei rapporti tra di essi in diversi campi dell’agire umano. Attraverso l’analisi di alcuni film e documentari realizzati da donne su donne, […]

Categorie
FAScinA 2020_Le sperimentali: tra cinema, videoarte e nuovi media

Violenza di genere e ricerca sociale: l’opera artistica di Shu Lea Cheang

di Laura Cesaro Abstract: L’intervento indaga sulla pratica artistica di Shu Lea Cheang (1954), filmmaker e networker di origine taiwanese, oggi naturalizzata americana. Attraversando i confini geopolitici della società attuale, l’artista offre una lettura sia rispetto le più recenti pratiche artistiche in termini di strumentazione tecnologica (QR Code, identificazione facciale e dispositivi di sorveglianza) sia […]

Categorie
FAScinA 2020_Le sperimentali: tra cinema, videoarte e nuovi media

«È un’opera dedicata a tutte le femmine insolenti»

di Lorenza Fruci Abstract: Un esempio dell’intreccio tra militanza femminista e pratiche sperimentali, in ambito italiano e internazionale, è il lavoro dell’artista italiana Chiara Fumai sull’attivista Valerie Solanas. La prima, nata a Roma nel 1978 e morta giovanissima a Bari nel 2017, ha messo al centro della sua pratica il ruolo della donna analizzato in […]

Categorie
FAScinA 2020_Le sperimentali: tra cinema, videoarte e nuovi media

L’arte dell’immagine. A mia immagine e somiglianza. Elementi ricorsivi nell’opera di Valentina Berardinone

di Jennifer Malvezz e Bianca Trevisan Abstract: Negli anni Settanta molte artiste cambiano radicalmente il loro modo di pensare e fare arte adottando un approccio intermediale, non inteso come un processo mirato all’ottenimento di un’opera finita, bensì come un percorso di consapevolezza e un tentativo di mettere in luce la propria soggettività. Le pratiche sperimentali […]

Categorie
FAScinA 2020_Le sperimentali: tra cinema, videoarte e nuovi media

Fuori norma. Bambine ‘sperimentali’ del cinema muto italiano

di Elena Mosconi Abstract: Nel momento in cui dà luogo a un proprio sistema narrativo, nel primo decennio del Novecento, il cinema chiama a raccolta un esteso parco attoriale che si ritrova, spesso con nessuna o poca esperienza pregressa, a dar vita a figure, storie, personaggi eterogenei. Tra questi vi sono anche dei bambini i […]

Categorie
FAScinA 2020_Le sperimentali: tra cinema, videoarte e nuovi media

Metamorfosi e sovrimpressioni: la cinégraphie di Germaine Dulac

di Anna Masecchia e Chiara Tognolotti Leggi l’articolo su Smarginature 2020